domenica 19 maggio 2013

Licolfragola, procedimento di Paola

Abbiamo ricevuto via e-mail da Paola, un'amica no-blogger della Cuochina, questo procedimento di un nuovo licol-frutta, un meraviglioso licolfragola.
Lasciamo a lei la parola. Grazie Paola!

Carissime, sono molto felice di condividere con voi la nascita del mio licolfragola!
É stato relativamente laborioso, perché come era già capitato nell'infelice primo tentativo con licoluva e nel tormentato passaggio da pasta madre a licoli, dopo alcuni passaggi promettenti la lievitazione si è un po' impantanata, poi però è ripartita alla grande!
Ecco la storia:
Ho preparato l'infuso con 90 g di fragole mature affettate e 100 g di acqua, ho lasciato 24 ore nell'armadio a temperatura ambiente e altre 24 ore in frigo.
Alle 20:00 ho preso 30 g di infuso filtrato con la garza e l'ho mescolato con 30 g di Manitoba. Ho coperto con un piattino e un telino di cotone pulito e l'ho messo a nanna nell'armadio. Ho rimesso nel vasetto con le fragole 30 g di acqua e ho messo l'infuso di nuovo in frigo.
Il giorno dopo alle 7:00 c'era qualche bollicina, il profumo era molto gradevole. Ho aggiunto 30 g di infuso filtrato e 30 g Manitoba, coperto con piattino e copertina e messo a lievitare; ho aggiunto al vasetto delle fragole 30 g di acqua e rimesso in frigo.

Alle 13:00 c'era qualche bollicina, e sempre un buon profumo. Ho aggiunto ancora 30 g infuso e 30 g Manitoba, ho aggiunto altra acqua nel vaso con le fragole, e messo il primo a lievitare e il secondo in frigo.
Alle 19:00, le bolle sembravano in evidente aumento, nessuna lievitazione vera e propria. Ho messo 30 g di infuso e 20 di Manitoba perché l'impasto mi sembrava troppo denso. Ho coperto come prima e me ne sono andata al lavoro.
Alle 9:00 ho trovato un impasto cresciuto e pieno di bollicine, con un buon profumo.
Ho aggiunto 30 g di infuso e 28 g di Manitoba, coperto al solito modo e messo a lievitare.
Da qui in poi sono iniziati i dolori: le bollicine hanno continuato ad aumentare sensibilmente ma il lievito non cresceva.

Alle 15:30 e alle 19:00 ho fatto due rinfreschi con 30 g acqua e 28 g Manitoba senza grande risultato. Allora ho aggiunto due gocce di olio evo e ho incrociato le dita!

Il mattino dopo alle 7:00 finalmente le cose hanno iniziato a muoversi!
Profumo sempre molto buono, ho aggiunto 40 g acqua e 36 Manitoba, 2 gocce di olio evo e messo a nanna come al solito.

Alle 17:00 non era cresciuto tantissimo in altezza ma l'interno si è profondamente modificato, divenendo via via più spumoso. Ho fatto rinfresco con 50 g di acqua e 48 g di Manitoba, le due gocce di olio evo come rituale scaramantico, coperto e..via!
Alle 7:00 del mattino dopo era cresciuto ma sopratutto era spumosissimo e ben profumato!
Ho aggiunto 40 g acqua e 40 g Manitoba, mescolato per bene e messo a nanna!

Alle 16:00 era perfetto! Spumoso, stracolmo di bolle e profumatissimo!
Ne ho prelevato subito una quota generosa, con cui ho fatto i panini al latte con farina di Kamut integrale, e ho rinfrescato il resto (70 g di licolfragola+ 40 g acqua e 40g Manitoba) che a un'ora dal rinfresco era già cresciuto di un terzo.
Questo è l'interno del panino: sofficissimo, morbidissimo e profumatissimo!!

PS. Si intende che per ogni passaggio ho utilizzato un vasetto di vetro di dimensioni consone, lavato ed asciugato!
Un abbraccio grande!
Paola

7 commenti:

  1. Meraviglioso questo licolfragola cara Paola, grazie per aver condiviso con noi sia il bellissimo risultato finale che i momenti di "dolore".
    Adesso aspettiamo tanti lievitati fatti con questo bellissimo licol-frutta.
    Baci

    RispondiElimina
  2. Benvenuta a te cara Paola nella grande e gioiosa cucina della Cuochina e al licolfragola nel club dei meravigliosi licolfrutta! Bellissimo, complimenti per la realizzazione, per le dettagliate spiegazioni ed i profumati panini che devono essere di una sofficità incredibile!
    A presto un abbraccio e buona domenica

    RispondiElimina
  3. Ben arrivato licofragola che brava l'ha i coccolato e ti ha dato uno splendido risultato , tutto da provare !!!!!!!
    Buona settimana;-))))

    RispondiElimina
  4. Benvenuto a licolfragola, senz'altro ti darà tante soddisfazioni!

    RispondiElimina
  5. Wow! il licolfragola! Fortunatamente non ti ha fatto impazzire come il mio licolnespola! Complimenti!

    RispondiElimina
  6. Bravissima Paola!!! L'impressione è che sia davvero profumatissimo!!!

    RispondiElimina
  7. Carissime, grazie dei complimenti e dell'accoglienza a dir poco calorosa!! E un abbraccio speciale ad Anna -il mio guru- e ad Ornella per i loro insegnamenti e la loro pazienza! A presto!!

    RispondiElimina

Ringrazio chi vorrà palesare la sua visita.
I commenti anonimi non sono graditi.

Altri post interessanti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...